Crea sito

ore

0

relatori

0

posti

0

Programma

ore 09.00 - checkin
ore 09.30 - saluti

ore 10.00/10.25 - Don Antonio Pompili:
"Storie di famiglie romane a partire dai loro stemmi nella Cattedrale di Roma"
ore 10.35/11.00 - Paolo Zampetti:
"Genti e storia di una famiglia storica della Lunigiana Parmense"

ore 11.10/11.15 - pausa

ore 11.15/12.05 - Riccardo De Rosa e Maria Rosaria Petrilli:
"Dalla storia militare della I e II Guerra Mondiale alla nostra storia personale attraverso le fonti militari d’archivio"

ore 12.30/13.00 - dibattito

ore 13.00/14.00 - pausa

ore 14.00/14.15 - checkin

ore 14.15/14.40 - Maurizio e Daniela Polelli:
"Camminiamo dove loro camminavano"
ore 14.50/15.15 - Elisa Petitta:
"G come Genealogia: sillabario di geografia emozionale e storia di famiglia"

ore 15.25/15.30 - pausa

ore 15.30/15.55 - Vincenzo Alfano:
"Strumenti statistici per l’ottimizzazione dell'analisi genealogica: una proposta"
ore 16.05/16.30 - Giuseppe Costanzo:
"Rilevanza della ricerca genealogica nella storia della Chiesa"

ore 16.40/16.45 - pausa

STORIE DI SUCCESSO
ore 16.45/17.05 - Massimiliano Sana:
"Un Salto nel Medioevo - Fonti Alternative per la Genealogia nella Bergamasca"
ore 17.15/17.35 - Mary Carmen Cepeda Paredes:
"Il piacere della storia di famiglia"

ore 17.45/18.10 - Juan Antonio Rodriguez:
"Scopri te stesso con FamilySearch"

ore 18.20/18.30 - saluti e chiusura

Programma
Vincenzo Alfanosocio IAGI

Ricercatore, ha conseguito il Dottorato di ricerca a Napoli. La sua ricerca applica modelli statistici per spiegare le differenze tra le nazioni mediterranee come conseguenze di taluni aspetti storico-culturali. Appassionato di genealogia da anni, affianca l’attività di economista alla passione per la storia di famiglia. E' socio dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (I.A.G.I) ed ha svolto e tutt'ora svolge ricerche storico-genealogiche in giro per l'Italia e la Francia.

Vincenzo Alfanosocio IAGI

Ricercatore, ha conseguito il Dottorato di ricerca a Napoli. La sua ricerca applica modelli statistici per spiegare le differenze tra le nazioni mediterranee come conseguenze di taluni aspetti storico-culturali. Appassionato di genealogia da anni, affianca l’attività di economista alla passione per la storia di famiglia. E' socio dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (I.A.G.I) ed ha svolto e tutt'ora svolge ricerche storico-genealogiche in giro per l'Italia e la Francia.

closepopup
Riccardo De Rosastorico

Si è laureato in Storia Moderna all’Università Statale di Milano e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Storia Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si occupa di ricerca storica e documentaria da oltre vent’anni, avendo al suo attivo la pubblicazione di numerosi articoli e libri. Dispone inoltre di un diploma in paleografia e diplomatica e ha una perfetta conoscenza del latino medievale e moderno, oltre che dell’inglese e del francese. È socio dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), oltre ad essere socio corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Antiche Province Modenesi e del Centro de Estudios Genealogicos e Historicos de Rosario (Argentina).

Riccardo De Rosastorico

Si è laureato in Storia Moderna all’Università Statale di Milano e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Storia Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si occupa di ricerca storica e documentaria da oltre vent’anni, avendo al suo attivo la pubblicazione di numerosi articoli e libri. Dispone inoltre di un diploma in paleografia e diplomatica e ha una perfetta conoscenza del latino medievale e moderno, oltre che dell’inglese e del francese. È socio dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), oltre ad essere socio corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Antiche Province Modenesi e del Centro de Estudios Genealogicos e Historicos de Rosario (Argentina).

closepopup
Mary Carmen Cepeda Paredes
Mary Carmen Cepeda Paredes
closepopup
Elisa Petittasocio IAGI

Ha lavorato all' Istituto di Neuropsichiatria Infantile dell' Università degli Studi di Roma (direttore Prof. Giovanni Bollea) dal 15 marzo 1967 al 31 ottobre 1984:
- dal 1967 al 1976 ha costituito e organizzato la biblioteca dell' Istituto, collaborando anche alla redazione del Bollettino interno e della Rivista scientifica "Neuropsichiatria Infantile";
- dal 1976 al 1984 ha svolto attività clinica e di ricerca nel campo della psicologia e delle sue applicazioni, occupandosi della prevenzione, della diagnosi e della riabilitazione in ambito psicologico con soggetti in età evolutiva e i loro genitori.

- Dal 2002 collabora a una ricerca storico-genealogica su “LE FAMIGLIE LEVANTINE NELL’IMPERO OTTOMANO”, con particolare riguardo alle famiglie D’Andria e Braggiotti , di cui è una diretta discendente.
- Sull’ argomento ha organizzato un meeting internazionale dal titolo “FAMIGLIE LATINE NELL’IMPERO OTTOMANO: GENEALOGIA STORIA IMMAGINI RICORDI”, che si è svolto a Roma dal 3 al 7 luglio 2003.
- Per l’occasione ha realizzato, in collaborazione con Adriano Silingardi, una mostra sui principali ateliers fotografici turchi dal titolo “L’OCCHIO DELLA SUBLIME PORTA: UN VIAGGIO FOTOGRAFICO NELL’IMPERO OTTOMANO”, di cui ha coordinato l’allestimento e curato in particolare la parte intitolata “UNA FAMIGLIA FRA TAPPETI E KILIM”, dedicata alle “cartes de visite” (un tipo di immagini, di piccolo formato e montate su cartoncino, inventato in Francia nel 1854 da Eugène Disdéri e utilizzato fino agli Anni Venti del Novecento soprattutto per ritratti e gruppi di famiglia).
La mostra si è svolta dal 4 al 12 luglio 2003 presso la Galleria Antiquaria di Carlo Maria Biagiarelli (Piazza Capranica 97 – Roma).
Il servizio giornalistico è andato in onda sui canali RAINEWS24 e RAIMED.
Il catalogo è stato pubblicato da De Ferrari Editore (Genova-2003).
- Dal 7 all’11 ottobre 2003 ha partecipato al “Corso di Genealogia e Storia di Famiglia” organizzato dall’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), che si è svolto a Roma nell’ambito del “Primo Colloquio Internazionale di Genealogia: storia di famiglia e genealogia nella vita di tutti i giorni”.
- Il 3 e 4 aprile 2004 ha partecipato al convegno “Rencontres Généalogiques et Culturelles de Marseille” con una ricerca di immagini e musiche dal titolo “PENTAGRAMMA LEVANTINO”, realizzata su CDROM.
- Il 6 ottobre 2004 una SECONDA EDIZIONE del CDROM “PENTAGRAMMA LEVANTINO” è stata proiettata a Smirne (Turchia) presso il Centre Culturel Français. L’evento, promosso e organizzato dal Centro Culturale Italiano, si è svolto nell’ambito del 2° meeting internazionale sulla genealogia delle famiglie levantine (dal 25 settembre al 9 ottobre 2004 a: Istanbul – Chios – Smirne) e ha avuto una notevole risonanza mediatica.
- Dal 2005 è iscritta all’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI)
- Dal 31 marzo al 5 aprile 2005 ha partecipato al “Secondo Colloquio Internazionale di Genealogia: la genealogia nelle scienze e le falsificazioni genealogiche”, organizzato a San Marino dall’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), presentando una relazione e relativo CDROM dal titolo “OBIETTIVO GENEALOGIA: DALL’ALBUM ALL’ALBERO”.
- Dal 28 al 30 settembre 2007 ha partecipato al “Terzo Colloquio Internazionale di Genealogia: la genealogia nella vita e le falsificazioni genealogiche”, organizzato a Bologna dall’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), presentando una relazione e relativo CDROM (immagini e musiche) dal titolo “LA GRANDE FAMIGLIA DEL ROCK AND ROLL”.

Elisa Petittasocio IAGI

Ha lavorato all' Istituto di Neuropsichiatria Infantile dell' Università degli Studi di Roma (direttore Prof. Giovanni Bollea) dal 15 marzo 1967 al 31 ottobre 1984:
- dal 1967 al 1976 ha costituito e organizzato la biblioteca dell' Istituto, collaborando anche alla redazione del Bollettino interno e della Rivista scientifica "Neuropsichiatria Infantile";
- dal 1976 al 1984 ha svolto attività clinica e di ricerca nel campo della psicologia e delle sue applicazioni, occupandosi della prevenzione, della diagnosi e della riabilitazione in ambito psicologico con soggetti in età evolutiva e i loro genitori.

- Dal 2002 collabora a una ricerca storico-genealogica su “LE FAMIGLIE LEVANTINE NELL’IMPERO OTTOMANO”, con particolare riguardo alle famiglie D’Andria e Braggiotti , di cui è una diretta discendente.
- Sull’ argomento ha organizzato un meeting internazionale dal titolo “FAMIGLIE LATINE NELL’IMPERO OTTOMANO: GENEALOGIA STORIA IMMAGINI RICORDI”, che si è svolto a Roma dal 3 al 7 luglio 2003.
- Per l’occasione ha realizzato, in collaborazione con Adriano Silingardi, una mostra sui principali ateliers fotografici turchi dal titolo “L’OCCHIO DELLA SUBLIME PORTA: UN VIAGGIO FOTOGRAFICO NELL’IMPERO OTTOMANO”, di cui ha coordinato l’allestimento e curato in particolare la parte intitolata “UNA FAMIGLIA FRA TAPPETI E KILIM”, dedicata alle “cartes de visite” (un tipo di immagini, di piccolo formato e montate su cartoncino, inventato in Francia nel 1854 da Eugène Disdéri e utilizzato fino agli Anni Venti del Novecento soprattutto per ritratti e gruppi di famiglia).
La mostra si è svolta dal 4 al 12 luglio 2003 presso la Galleria Antiquaria di Carlo Maria Biagiarelli (Piazza Capranica 97 – Roma).
Il servizio giornalistico è andato in onda sui canali RAINEWS24 e RAIMED.
Il catalogo è stato pubblicato da De Ferrari Editore (Genova-2003).
- Dal 7 all’11 ottobre 2003 ha partecipato al “Corso di Genealogia e Storia di Famiglia” organizzato dall’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), che si è svolto a Roma nell’ambito del “Primo Colloquio Internazionale di Genealogia: storia di famiglia e genealogia nella vita di tutti i giorni”.
- Il 3 e 4 aprile 2004 ha partecipato al convegno “Rencontres Généalogiques et Culturelles de Marseille” con una ricerca di immagini e musiche dal titolo “PENTAGRAMMA LEVANTINO”, realizzata su CDROM.
- Il 6 ottobre 2004 una SECONDA EDIZIONE del CDROM “PENTAGRAMMA LEVANTINO” è stata proiettata a Smirne (Turchia) presso il Centre Culturel Français. L’evento, promosso e organizzato dal Centro Culturale Italiano, si è svolto nell’ambito del 2° meeting internazionale sulla genealogia delle famiglie levantine (dal 25 settembre al 9 ottobre 2004 a: Istanbul – Chios – Smirne) e ha avuto una notevole risonanza mediatica.
- Dal 2005 è iscritta all’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI)
- Dal 31 marzo al 5 aprile 2005 ha partecipato al “Secondo Colloquio Internazionale di Genealogia: la genealogia nelle scienze e le falsificazioni genealogiche”, organizzato a San Marino dall’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), presentando una relazione e relativo CDROM dal titolo “OBIETTIVO GENEALOGIA: DALL’ALBUM ALL’ALBERO”.
- Dal 28 al 30 settembre 2007 ha partecipato al “Terzo Colloquio Internazionale di Genealogia: la genealogia nella vita e le falsificazioni genealogiche”, organizzato a Bologna dall’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), presentando una relazione e relativo CDROM (immagini e musiche) dal titolo “LA GRANDE FAMIGLIA DEL ROCK AND ROLL”.

closepopup
Maria Rosaria Petrilligenealogista

Si occupa di genealogia dal 2000 circa, quando con il marito Riccardo De Rosa ha fondato uno studio di ricerche storiche e genealogiche, Your Italian Genealogy con sede a Milano.

Ha un curriculum di studi classici e giuridici e ha maturato esperienze presso studi legali e di dottori commercialisti, scegliendo infine di occuparsi esclusivamente di genealogia e in modo particolare di genealogia successoria.

Maria Rosaria Petrilligenealogista

Si occupa di genealogia dal 2000 circa, quando con il marito Riccardo De Rosa ha fondato uno studio di ricerche storiche e genealogiche, Your Italian Genealogy con sede a Milano.

Ha un curriculum di studi classici e giuridici e ha maturato esperienze presso studi legali e di dottori commercialisti, scegliendo infine di occuparsi esclusivamente di genealogia e in modo particolare di genealogia successoria.

closepopup
Maurizio e Daniela Polelligenealogisti

Maurizio e Daniela Polelli sono impegnati da oltre 45 anni nella loro personale ricerca genealogica e per conto di altre persone.
Daniela è stata per più di 10 anni direttore, presso la sede di Modena, del Centro di Storia di Famiglia di FamilySearch. Maurizio è stato per lo stesso periodo esperto in informatica applicata alla genealogia dello stesso centro.
Sono genealogisti diplomati presso la scuola di Genealogia, Araldica e scienze documentarie di Bologna. Sono soci ordinari dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano e membri associati della Académie Internationale de Généalogie. Maurizio è membro dell’Instituto Internazionale de Genealogia y Araldica.
Da oltre 15 anni tengono corsi di genealogia presso la biblioteca di quartiere e presso l’Archivio di Stato di Modena.
Collaborano con l’Archivio di Stato di Modena realizzando percorsi didattici per le scuole inferiori e superiori.
Attualmente collaborano con FamilySearch e con la Federazione delle Associazioni Italiane di Genealogia, Storia di Famiglia, Araldica e Scienze Documentarie.

Maurizio e Daniela Polelligenealogisti

Maurizio e Daniela Polelli sono impegnati da oltre 45 anni nella loro personale ricerca genealogica e per conto di altre persone.
Daniela è stata per più di 10 anni direttore, presso la sede di Modena, del Centro di Storia di Famiglia di FamilySearch. Maurizio è stato per lo stesso periodo esperto in informatica applicata alla genealogia dello stesso centro.
Sono genealogisti diplomati presso la scuola di Genealogia, Araldica e scienze documentarie di Bologna. Sono soci ordinari dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano e membri associati della Académie Internationale de Généalogie. Maurizio è membro dell’Instituto Internazionale de Genealogia y Araldica.
Da oltre 15 anni tengono corsi di genealogia presso la biblioteca di quartiere e presso l’Archivio di Stato di Modena.
Collaborano con l’Archivio di Stato di Modena realizzando percorsi didattici per le scuole inferiori e superiori.
Attualmente collaborano con FamilySearch e con la Federazione delle Associazioni Italiane di Genealogia, Storia di Famiglia, Araldica e Scienze Documentarie.

closepopup
Juan Antonio RodriguezFamilySearch

Juan Antonio Rodriguez, 47 anni di Siviglia, è sposato con Mary Carmen Cepeda Paredes e insieme hanno tre figli.

Fotografo di professione, ha iniziato a lavorare per la Genealogical Society of Utah nel 199 come responsabile di progetti di microfilm nella penisola iberica e nel Capo Verde per 12 anni.

Nel 2004 è entrato a far parte del team di FamilySearch International come responsabile della creazione del "Support for FamilySearch" in Europa per tutti i prodotti e programmi. È stato responsabile per Spagna, Portogallo, Italia, Capo Verde e per "FamilySearch soutien" in francese a livello mondiale.

Nel 2014 ha lavorato sullo sviluppo di servizi di base e metodi di supporto di FamilySearch per Albania, Romania, Croazia, Serbia, Montenegro, Slovenia, Bosnia Erzegovina, Macedonia e Grecia.

Attualmente è responsabile del Contact Center di FamilySearch per tutta l'Europa fornendo supporto agli utenti.

È community manager, responsabile per lo sviluppo di servizi e metodi di supporto per FamilySearch anche nei social network.

Juan Antonio RodriguezFamilySearch

Juan Antonio Rodriguez, 47 anni di Siviglia, è sposato con Mary Carmen Cepeda Paredes e insieme hanno tre figli.

Fotografo di professione, ha iniziato a lavorare per la Genealogical Society of Utah nel 199 come responsabile di progetti di microfilm nella penisola iberica e nel Capo Verde per 12 anni.

Nel 2004 è entrato a far parte del team di FamilySearch International come responsabile della creazione del "Support for FamilySearch" in Europa per tutti i prodotti e programmi. È stato responsabile per Spagna, Portogallo, Italia, Capo Verde e per "FamilySearch soutien" in francese a livello mondiale.

Nel 2014 ha lavorato sullo sviluppo di servizi di base e metodi di supporto di FamilySearch per Albania, Romania, Croazia, Serbia, Montenegro, Slovenia, Bosnia Erzegovina, Macedonia e Grecia.

Attualmente è responsabile del Contact Center di FamilySearch per tutta l'Europa fornendo supporto agli utenti.

È community manager, responsabile per lo sviluppo di servizi e metodi di supporto per FamilySearch anche nei social network.

closepopup
Don Antonio Pompilisocio IAGI e docente di Araldica Ecclesiastica

Don Antonio Pompili nasce a Roma il 16 ottobre del 1974. Conseguito il diploma di istruzione secondaria di secondo grado, fa il suo ingresso nel Pontificio Seminario Romano Maggiore nel settembre del 1993. Vi rimane fino al momento dell’ordinazione sacerdotale, conferitagli il 25 aprile del 1999 dal Papa San Giovanni Paolo II nella Basilica Vaticana. Nel frattempo compie gli studi filosofici presso la Pontificia Università Lateranense e quelli teologici presso la Pontificia Università Gregoriana.

Dopo l’ordinazione ha esercitato il suo ministero sacerdotale dapprima come Vicario parrocchiale della Parrocchia San Mario e Compagni Martiri alla Romanina e, dal 2002 come Vicario parrocchiale della Parrocchia San Pio V, al quartiere Aurelio. Nel frattempo ha continuato gli studi specialistici presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma, conseguendo nel 2003 la Licenza in Scienze Bibliche con la qualifica ‘Magna cum Laude’. Dal 2011 è Parroco di San Martino I Papa, Parrocchia nelle immediate vicinanze della Arcibasilica Lateranense. Attualmente sta componendo una tesi di ricerca sul tema “Il simbolismo eucaristico nel libro dell’Apocalisse” per conseguire il titolo di Dottorato in Teologia Biblica presso la Pontificia Università della Santa Croce.

Da anni si interessa attivamente di Araldica e delle discipline ad essa correlate. Socio Ordinario dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), è moderatore del forum internet e docente di Araldica Ecclesiastica della Scuola di Genealogia, Araldica e Scienze Documentarie facenti capo al medesimo Istituto.

Autore e disegnatore di diversi stemmi di prelati ed enti ecclesiastici, ha al suo attivo articoli su vari argomenti inerenti la scienza e l’arte del blasone, e cura la “Rubrica di Araldica Ecclesiastica” nella rivista bimestrale Nobiltà. Rivista di Araldica, Genealogia, Ordini Cavallereschi.

Nel 2014 ha pubblicato, in collaborazione con Il Cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo, un volume dal titolo Manuale di Araldica Ecclesiastica nella Chiesa Cattolica, del quale sono apparse due anni dopo le traduzioni in francese, inglese e tedesco.

Don Antonio Pompilisocio IAGI e docente di Araldica Ecclesiastica

Don Antonio Pompili nasce a Roma il 16 ottobre del 1974. Conseguito il diploma di istruzione secondaria di secondo grado, fa il suo ingresso nel Pontificio Seminario Romano Maggiore nel settembre del 1993. Vi rimane fino al momento dell’ordinazione sacerdotale, conferitagli il 25 aprile del 1999 dal Papa San Giovanni Paolo II nella Basilica Vaticana. Nel frattempo compie gli studi filosofici presso la Pontificia Università Lateranense e quelli teologici presso la Pontificia Università Gregoriana.

Dopo l’ordinazione ha esercitato il suo ministero sacerdotale dapprima come Vicario parrocchiale della Parrocchia San Mario e Compagni Martiri alla Romanina e, dal 2002 come Vicario parrocchiale della Parrocchia San Pio V, al quartiere Aurelio. Nel frattempo ha continuato gli studi specialistici presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma, conseguendo nel 2003 la Licenza in Scienze Bibliche con la qualifica ‘Magna cum Laude’. Dal 2011 è Parroco di San Martino I Papa, Parrocchia nelle immediate vicinanze della Arcibasilica Lateranense. Attualmente sta componendo una tesi di ricerca sul tema “Il simbolismo eucaristico nel libro dell’Apocalisse” per conseguire il titolo di Dottorato in Teologia Biblica presso la Pontificia Università della Santa Croce.

Da anni si interessa attivamente di Araldica e delle discipline ad essa correlate. Socio Ordinario dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (IAGI), è moderatore del forum internet e docente di Araldica Ecclesiastica della Scuola di Genealogia, Araldica e Scienze Documentarie facenti capo al medesimo Istituto.

Autore e disegnatore di diversi stemmi di prelati ed enti ecclesiastici, ha al suo attivo articoli su vari argomenti inerenti la scienza e l’arte del blasone, e cura la “Rubrica di Araldica Ecclesiastica” nella rivista bimestrale Nobiltà. Rivista di Araldica, Genealogia, Ordini Cavallereschi.

Nel 2014 ha pubblicato, in collaborazione con Il Cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo, un volume dal titolo Manuale di Araldica Ecclesiastica nella Chiesa Cattolica, del quale sono apparse due anni dopo le traduzioni in francese, inglese e tedesco.

closepopup
Massimiliano SanaAssociazione Genealogica Lombarda

È tra i soci fondatori, nonché vice-presidente, dell’Associazione Genealogica Lombarda (AGL) e da diversi anni presidente della Commissione Cultura di Ponte San Pietro (BG), suo paese natale.
Appassionato di genealogia e storia locale fin dall’inizio degli anni ’90, ama approfondire le numerose relazioni tra queste due “discipline”, alternando ricostruzioni di alberi famigliari ad eventi pubblici di approfondimento della storia del territorio.
Di formazione scientifica (genetica e biologia molecolare), in tempi recenti ha potuto mettere in pratica le conoscenze derivanti dai propri studi accademici anche in campo genealogico, attraverso un progetto di analisi del DNA avente lo scopo di confermare geneticamente quanto scoperto attraverso ricerche documentali.

Massimiliano SanaAssociazione Genealogica Lombarda

È tra i soci fondatori, nonché vice-presidente, dell’Associazione Genealogica Lombarda (AGL) e da diversi anni presidente della Commissione Cultura di Ponte San Pietro (BG), suo paese natale.
Appassionato di genealogia e storia locale fin dall’inizio degli anni ’90, ama approfondire le numerose relazioni tra queste due “discipline”, alternando ricostruzioni di alberi famigliari ad eventi pubblici di approfondimento della storia del territorio.
Di formazione scientifica (genetica e biologia molecolare), in tempi recenti ha potuto mettere in pratica le conoscenze derivanti dai propri studi accademici anche in campo genealogico, attraverso un progetto di analisi del DNA avente lo scopo di confermare geneticamente quanto scoperto attraverso ricerche documentali.

closepopup
Paolo Zampettisocio benemerito IAGI

Si è laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Chirurgia Generale, Idrologia Medica e Chirurgia Implanto-protesica presso l’Università di Pavia, sede presso la quale è Professore di Storia dell’Odontoiatria presso il Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università di Pavia.

È titolare del medesimo insegnamento presso il Corso di Laurea in Igiene Dentale dell’Università “Vita e Salute” San Raffaele di Milano.

Autore di oltre 260 pubblicazioni scientifiche a stampa, fra le quali numerosi saggi e dieci libri, è stato relatore a congressi nazionali ed internazionali prevalentemente in campo storico odontoiatrico.

È Presidente della SISOS (Società Italiana di Storia della Odontostomatologia).
- È socio benemerito IAGI (Istituto Araldico Genealogico Italiano)
-È socio FSE (Famiglie Storiche d’Europa)
-È socio aggregato dell’Associazione dei possessori di Certificazioni di Stemma.

È Accademico dello Studium- Accademia di Casale Monferrato per la Letteratura, le Scienze, la Storia.

Fra i suoi interessi vi sono la Genealogia, l’Araldica, la Storia dei Papi.

Paolo Zampettisocio benemerito IAGI

Si è laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Chirurgia Generale, Idrologia Medica e Chirurgia Implanto-protesica presso l’Università di Pavia, sede presso la quale è Professore di Storia dell’Odontoiatria presso il Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università di Pavia.

È titolare del medesimo insegnamento presso il Corso di Laurea in Igiene Dentale dell’Università “Vita e Salute” San Raffaele di Milano.

Autore di oltre 260 pubblicazioni scientifiche a stampa, fra le quali numerosi saggi e dieci libri, è stato relatore a congressi nazionali ed internazionali prevalentemente in campo storico odontoiatrico.

È Presidente della SISOS (Società Italiana di Storia della Odontostomatologia).
- È socio benemerito IAGI (Istituto Araldico Genealogico Italiano)
-È socio FSE (Famiglie Storiche d’Europa)
-È socio aggregato dell’Associazione dei possessori di Certificazioni di Stemma.

È Accademico dello Studium- Accademia di Casale Monferrato per la Letteratura, le Scienze, la Storia.

Fra i suoi interessi vi sono la Genealogia, l’Araldica, la Storia dei Papi.

closepopup

Iscriviti subito

Contattaci

Ti risponderemo il prima possibile.

I tuoi dati verranno memorizzati e gestiti da questo sito web al solo scopo di risponderti. Non riceverai newsletter o messaggi pubblicitari. Leggi la privacy policy.

Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi